Hello bank! di BNL regala buoni da 200€ su Amazon

BNL con l’apertura di un nuovo conto regala ai propri clienti un buono Amazon a partire da 200€.

Hello! MyFriends, è una nuova promozione targata BNL che prevede un incentivo per chi apre un nuovo conto utilizzando il codice promozionale di chi è già cliente. Aprendo un nuovo conto verrà regalato un buono di 200€ da spendere su Amazon. L’operazione è valida fino al 15 dicembre 2016, è riservata ai nuovi clienti Hello bank! che accreditano lo stipendio o pensione sul conto o effettuano da un altro conto a loro intestato un versamento di 3.000€ e la mantengono fino alla consegna del premio.

Il buono Amazon verrà inviato entro il quindicesimo giorno del secondo mese successivo a quello del verificarsi di tutti i requisiti richiesti per la partecipazione all’operazione. I requisiti per partecipare alla promozione sono:

  • Essere maggiorenni;
  • Essere residenti in Italia e non essere cittadini degli Stati Uniti;
  • Si deve essere nuovi clienti BNL;
  • Accreditano lo stipendio o la pensione sul conto o effettuare da un altro conto BNL un versamento di una somma di almeno 3.000€;
  • Possedere uno smartphone o un tablet abilitati all’installazione dell’app di Hello bank!;

Per aprire un nuovo conto cliccate qui. Leggi altro ›

Pubblicato in Internet Taggato con: , , , ,

Guadagnare soldi con Ciao.it

Guadagnare fino a 200€ al mese su Ciao.it recensendo prodotti online

Il portale d’opinione Ciao.it consente di pubblicare recensioni sui vari prodotti e per farlo vi paga! È possibile guadagnare soldi con Ciao.it recensendo qualsiasi tipo di prodotto tecnologico, sportivo, modellini, film e non solo, anche viaggi, ristoranti ed hotel.

Per poter iniziare a guadagnare recensendo i prodotti bisogna registrarsi su www.ciao.it ed iniziare a scrivere recensioni. Attenzione però, le recensioni devono essere di qualità poiché più la vostra recensione sarà considerata utile dagli altri utenti più il vostro guadagno aumenterà. Le recensioni su alcuni prodotti consentono di guadagnare di più, si tratta di particolari prodotti, spesso più costosi, che posseggono solo pochi utenti. Recensire per primi un prodotto non ancora recensito consente di guadagnare il doppio dei guadagni e il doppio delle remunerazioni per il primo mese.

Leggi altro ›

Pubblicato in Guadagnare online, Internet Taggato con: , , ,

Come richiedere i permessi per il NotificationListenerService in Android

Accedere alle notifiche postate e rimosse nella barra delle notifiche chiedendo i permessi dinamicamente

A partire dall’API Level 18, Android consente di accedere alle notifiche postate nella barra superiore grazie al NotificationListenerService. Attraverso i metodi onNotificationPosted e onNotificationRemoved è possibile essere notificati ogni qualvolta viene postata una nuova notifica e quando viene rimossa. Per poter utilizzare questa funzionalità, l’utente deve necessariamente concedere manualmente i permessi. I permessi posso essere concessi manualmente all’interno delle impostazioni “Suoni e notifiche”:

Icona Suono e Notifiche Android

Cliccando su “Accesso alle notifiche”:

Accesso alle notifiche Android

Vediamo dinamicamente come fare:

Definiamo due costanti: la prima serve per verificare se il permesso è garantito; la seconda viene utilizzata per aprire la finestra in cui richiedere il permesso:

  private static final String ACTION_NOTIFICATION_LISTENER =
    "enabled_notification_listeners";
  private static final String ACTION_NOTIFICATION_LISTENER_SETTINGS
    = "android.settings.ACTION_NOTIFICATION_LISTENER_SETTINGS";

Leggi altro ›

Pubblicato in Android, Informatica, Programmazione Taggato con: , , , , , ,

Gestione delle sottoattività – Lezione 15 di Android

In un’applicazione Android può esistere un’unica attività definita come main. Tutte le altre attività dell’applicazione che verranno registrate nell’AndroidManifest.xml non potranno essere marcate con l’intent-filter MAIN e LAUNCHER. Le attività secondarie, o sottoattività, possono essere avviate dal’attività principale utilizzando il metodo startActivity(); questo metodo accetta come argomento un oggetto di tipo android.content.Intent, ovvero la sottoattività che vogliamo avviare.

Analizziamo un esempio pratico: creiamo una nuova applicazione composta da un’attività principale (TestMainActivity) e da una sottoattività (TestSubActivity1). L’attività principale avrà un bottone che consente di avviare la sottoattività.
Per poter lanciare la sottoattività TestSubActivity1, dovremo scrivere nel listener del bottone startActivity(new Intent(this, TestSubActivity1.class));. Cliccando sul bottone la sottoattività verrà lanciata, occuperà lo schermo al posto di quella principale e verrà posta in cima allo stack. L’attività precedente sarà ibernata (vedi ciclo di vita di un’attività) e sospesa in attesa di essere riutilizzata. Quanto appena detto si trova nel codice seguente: Leggi altro ›

Pubblicato in Android, Android, Google, Guide, Informatica, Programmazione Taggato con: , ,

Un’app sulla vita di un’attività – Lezione 14 di Android

Mettiamo in pratica i concetti appresi nelle ultime lezioni e creiamo un’applicazione in grado di mostrare il ciclo di vita di un’attività. Realizziamo un nuovo programma Android e creiamo una nuova attività chiamata LifeCycleActivityDemo, l’applicazione dovrà stampare un messaggio ogni qualvolta l’activity cambierà lo stato. In Android, per stampare un messaggio al posto di System.out.println come accade in Java, viene utilizzata la classe Log. I messaggi vengono memorizzati grazie alla classe Log e possono essere suddivisi in cinque tipologie:

  1. e() per Error, viene utilizzato per salvare messaggi d’errore;
  2. w() per Warning, serve a memorizzare messaggi d’avvertimento;
  3. i() per Information, per salvare informazioni;
  4. d() per Debug, viene utilizzato per dei messaggi di debug utili al programmatore;
  5. v() per Verbose, per i messaggi verbose. Leggi altro ›
Pubblicato in Android, Android, Google, Guide, Informatica, Programmazione Taggato con: , , , ,

La dichiarazione delle Attività – Lezione 13 di Android

Come dichiarare un’attività nel manifesto e come usare gli intent filter

Per poter creare una nuova attività in Java occorre estendere la classe Activity fornita da Android. In XML invece, bisogna comunicare al sistema la presenza di una nuova attività e per poterlo fare bisogna inserirla all’interno dell’AndroidManifest.xml. Un esempio di registrazione di attività all’interno del manifesto di un’applicazione è il seguente:

  <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>
  <manifest xmlns:android="http://schemas.
   android.com/apk/res/android"
   package="com.example.helloworlddatrevo" ... >

    <application ... >
      <activity android:name="NuovaAttivitàDatrevo" ... >...
      </activity>

      //...
    </application>

  </manifest>

Leggi altro ›

Pubblicato in Android, Android, Guide, Informatica, Programmazione Taggato con: , , , ,

Il ciclo di vita di un’attività – Lezione 12 di Android

I metodi di un’attività: onCreate, onStart, onResume, onPause, onStop, onRestart e onDestroy

In Android un’attività dopo essere stata creata può assumere diversi stati. Per un suo corretto funzionamento è consigliato rispettare il diagramma del ciclo di vita di un’attività messo a disposizione da Google e rappresentato nella seguente figura:

Ciclo di vita di un'attività in Android

Il ciclo di vita di un’attività è costituita da una serie di stati e transizioni: quando l’utente interagisce con essa si trova in cima allo stack; altrimenti, l’attività può essere ibernata se non viene utilizzata o può essere terminata se non è più in cima allo stack e contemporaneamente non è visibile all’utente. Leggi altro ›

Pubblicato in Android, Android, Google, Guide, Informatica, Programmazione Taggato con: , , , , , , , , , ,

Condividi

Categorie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi