I comandi DOS per creare un file batch

Creare un file batch con i comandi DOS come ECHO, START, CD, DIR, REM, MKDIR, RMDIR, SET, COPY, FOR e PAUSE

Un file batch è un file di testo che contiene una sequenza di comandi DOS e viene usato per scrivere degli script eseguibili con un semplice doppio click. In questo tipo di file, ogni riga viene eseguita in modo sequenziale, si tratta di uno dei motivi per cui il modo in cui si scrivono i file batch viene considerato un linguaggio di scripting e non di programmazione (non mette a disposizioni comandi e strutture dati avanzate).

Leggi altro ›

Pubblicato in Guide, Programmazione, Windows Taggato con: , , ,

Preprocessori: differenza tra Sass e Less

Un preprocessore CSS è uno strumento utilizzato per velocizzare e ottimizzare la scrittura dei fogli di stile di un sito web. Utilizzando questo strumento si avranno CSS più puliti e preformanti e con l’indubbia utilità di non dovere utilizzare solo regole statiche ma anche costrutti comuni in tutti i linguaggi di programmazione (variabili, funzioni, cicli for, costrutto if, ecc.).

Esistono moltissimi preprocessori CSS e tra i più utilizzati vi sono Sass e Less. Il codice può essere testato sia localmente che online tramite dei tool come sassMeister.com e
lessTester.com. Sass e Less sono molto simili tra loro, differiscono solo in alcuni concetti.

Leggi altro ›

Pubblicato in CSS, Front-end, JavaScript Taggato con: , , , ,

Cos’è Less e come utilizzarlo

Logo LessLess è un pre-processore CSS che consente di scrivere file CSS più velocemente aggiungendo nuove caratteristiche come l’uso delle variabili, dei mixin, delle funzioni e di tante altre funzionalità. Utilizzare Less per la scrittura dei file CSS consente di avere file più mantenibili ed estendibili. Un file Less non viene interpretato dal browser ma vengono convertiti per generare dei file CSS da dare in pasto al browser. Esistono molti preprocessori CSS, ma Less, insieme a Sass, è tra quelli più utilizzato al mondo. Per un confronto tra i due preprocessori: Differenza tra Sass e Less. Tra i framework più popolari che utilizzano Less troviamo Boostrap 3, per lo sviluppo di siti responsive.

Leggi altro ›

Pubblicato in CSS, Front-end, JavaScript, Programmazione Taggato con: , , , , , , ,

Differenze tra extend e include (mixin) in Sass

Le direttive extend e include consentono di definire una serie di funzioni da poter riutilizzare nel codice Sass: differenze tra extend e include

Tra le varie funzionalità offerta da Sass, due potrebbero generare confusione, si tratta di extend e include. La direttiva extend viene utilizzata per estendere delle classi CSS ed ereditare le proprietà della classe padre, mentre la direttiva include invece viene utilizzato per utilizzare un mixin definito tramite la direttiva @mixin.

Facciamo un esempio con una classe box da estendere:

    %box {
        border: 1px solid #000;
        background-color: green;
    }
    .myfirstbox {
        @extend %box; // oppure @extend .box;
        font-size: 10px;
    }
    .mysecondbox {
        @extend %box; // oppure @extend .box;
        font-size: 12px;
    }

Leggi altro ›

Pubblicato in CSS, Front-end, JavaScript, Programmazione, Sass, Senza categoria Taggato con: , , , , ,

Nidificare gli elementi e le proprietà in Sass

Velocizzare ed ottimizzare la scrittura dei file CSS tramite la nidificazione delle regole di stile per gli elementi e le proprietà

Sass mette a disposizione la possibilità di nidificare gli elementi per evitare di definire le stesse informazioni. Definendo ad esempio in un file .scss:

    p {
        display: block;
        font-size: 10px;
        ul {
            display: inline;
        }
    }

Leggi altro ›

Pubblicato in CSS, Front-end, JavaScript, Programmazione, Sass Taggato con: , , ,

Le classi in Sass

Sfruttare appieno le funzionalità di Sass definendo delle classi con delle proprietà da far ereditare ad altre classi

In SASS è possibile definire delle classi con l’unico scopo di estenderle e far ereditare le informazioni (il concetto si avvicina vagamente a quello delle interfacce in Java). Per poter estendere una classe in Sass bisogna utilizzare la parola chiave @extend in questo modo:

    .datrevo-text {
        color: #ffffff;
        text-align: center;
    }
    .my-text-class {
        @extend .datrevo-text;
        font-size: 10px;
    }

La classe che verrà generata sarà:

    .datrevo-text, .mybox {
        color: #ffffff;
        text-align: center;
    }
    .my-text-class {
        font-size: 10px;
    }

Leggi altro ›

Pubblicato in CSS, Front-end, JavaScript, Programmazione, Sass Taggato con: , ,

Le variabili nei file CSS con Sass

Sass consente di definire ed utilizzare delle variabili in cui memorizzare le informazioni migliorando la manutenzione del file CSS

Un grande vantaggio che offre Sass è l’opportunità di utilizzare delle variabili in cui memorizzare delle informazioni e utilizzarla in altre parti del codice. In Sass una variabile viene definita attraverso il simbolo del dollaro ($), ad esempio se vogliamo utilizzare il colore rosso in più punti possiamo salvare il codice esadecimale del colore in una variabile e utilizzarla variabile dove vogliamo:

    $my-color: #ff0000;

    p {
        color: $my-color;
    }

    div {
        color: $my-color;
    }

Leggi altro ›

Pubblicato in CSS, Front-end, JavaScript, Programmazione, Sass Taggato con: ,

Condividi

Categorie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi