Oracle affonda il colpo su Android

Oracle affonda il colpo su AndroidOracle ha fornito ulteriori documenti per la denuncia fatta contro Google qualche mese fa, documenti che aggraverebbero di molto la posizione di Google. Oracle, sostiene che il pacchetto API (Application Programmer Interface) utilizzato con Android sia una diretta derivazione dalle API di Java, la cui proprietà fa riferimento alla Sun Microsystem e di conseguenza ad Oracle che l’ha acquisita.

In particolare l’infrazione del copyright di Oracle America sarebbe dovuto al fatto che il sistema di quelli di Mountain View includono “nomi di metodi e classi Java, definizioni, organizzazione e parametri; la struttura, l’organizzazione ed i contenuti delle librerie Java; i contenuti e l’organizzazione della documentazione Java”.

Il lavoro per sviluppare Android sarebbe quasi del tutto stato copiato, tanto che sono almeno un terzo le API contestate e direttamente correlabili alla proprietà intellettuale di Oracle.

La battaglia legale diventa ancora più dura, ad aggravare la situazione ci sono anche le assunzioni fatte da Google di ex programmatori in Java della Sun per lo sviluppo del nuovo ambiente di sviluppo Dalvik, che la settimana scorsa ha tentato di difendersi accusando Oracle di ipocisia per il modo in cui gestisce i propri brevetti Java nel contesto della community open source tanto da chiedere al giudice William Alsup l’annullamento dei brevetti. Una sorta di confessione quindi in cui la strategia non è quella di difendersi ma di sviare dal problema e quindi se del codice è open source io posso prenderlo e guadagnarci milioni di dollari senza doverne tenere conto a nessuno.

Oracle non ha tardato di rispondere dichiarando: “Nello sviluppo di Android Google ha scelto di utilizzare il codice Java senza ottenere per questo una licenza. Inoltre, ha modificato la tecnologia in modo che non fosse compatibile con il principio centrale di Java consistente nello “scrivere una sola volta ed usare ovunque”. La violazione di Google e la frammentazione del codice Java, non arrecano danni soltanto ad Oracle, ma danneggiano chiaramente anche i consumatori, gli sviluppatori ed i produttori dei dispositivi“.

[ Via Webnews.it ]

Ti piace l’articolo?
Diventa fan su Facebook
Pubblicato in Android, Google, Java Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*