Net Neutrality, di cosa si tratta

Nelle ultime settimane si è parlato molto della neutralità della rete, soprattutto dalla proposta di accordo tra Google e Verizon. Ma cos’è di preciso la net-neutrality? Il team di Online MBA ha voluto racchiudere il significato e l’importanza della neutralità della rete in un info-grafico.

La neutralità della rete è il principio secondo cui “tutto il traffico Internet deve essere trattato allo stesso modo“. I sostenitori della neutralità della rete hanno il timore che le società telefoniche creino un Internet a due livelli con una cosiddetta “corsia veloce” e “corsia lenta”. In questo modo per poter accedere ad “internet veloce” bisognerà pagare ancora di più (un pacchetto premium). Principio reso popolare nel 2003 dal professore Tim Wu della Columbia Law School, anche se già noto dal 1800 con Strowger Brown Almon.

Net Neutrality

Clicca sull’immagine per ingrandirla


Esistono tre principali definizioni (credo sia meglio caratteristiche. la definizione è quella che hai dato sopra) di neutralità della rete:
Assoluta non discriminazione: nessuna considerazione per la qualità del servizio.
Discriminazione limitata senza la qualità del servizio su più livelli: possibili discriminazioni sulla qualità del servizio sono consentite a patto che queste non comportino carichi fiscali nei contratti.
Discriminazione limitata e graduata: contratti con costi più elevati per la qualità di servizi esclusivi.

Tra i vantaggi dell’ internet-aperto (internet-open) c’è l’impossibilità, da parte delle società telefoniche, di poterci sorvegliare, interrompere o filtrare i contenuti su internet senza l’ordine di un tribunale. Internet rimane una tecnologia libera ed aperta, un campo da gioco per la competizione e l’innovazione. Attualmente quelli che sembrano appoggiare queste idee sono Yahoo!, Microsoft, Amazon, Ebay e Apple.

Al contrario, i sostenitori che osteggiano la libertà di internet come le grandi aziende di hardware e di telecomunicazione (AT&T, Verizon, ecc.) preferiscono la possibilità di avere un internet più veloce, di incoraggiare le imprese ad investire su reti in fibra ottica ed infine di permettere agli organi di governo di prevenire lo spam e possibili attacchi di tipo Denial of Service.

[ Via | Paoloratto ]

Ti piace l’articolo?
Diventa fan su Facebook

impossibilità, da parte delle società telefoniche, di poterci sorvegliare, interrompere o filtrare i contenuti

Pubblicato in Internet, Statistiche Taggato con: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*