Lossless, la compressione dei file senza perdita di dati

Gli algoritmi di compressione dati lossless sono una particolare classe di algoritmi che a differenza di quelli lossy, non comportano la perdita di dati. I file che vengono compressi con questa tecnica non comportano nessun abbassamento della qualità attraverso l’eliminazione di informazioni, ma vengono compressi sfruttando la presenza di elementi in comune tra i file.

Un esempio lampante di algoritmi che utilizzano questo tipo di algoritmo sono i formati Zip, Rar e 7zip. Quando si aggiunge un file a questi archivi, i file verranno compressi attraverso un particolare algoritmo senza alterare l’integrità dei file, questi potranno essere estratti in qualsiasi momento ritornando ai file originali.

Dato che la caratteristiche principale degli algoritmo lossless è la “non perdita di dati”, questi vengono utilizzati essenzialmente per i file dove l’integrità del contenuto è fondamentale, come nel caso dei file di tipo testo o dei programmi, se venisse eliminata qualche informazione il testo potrebbe diventare incompresibile e i programmi non potrebbero più funzionare. Per le immagini fotografiche invece non si utilizzano algoritmi lossless in quanto sarebbero poco efficienti, l’occhio umano non riesce a percepire le piccole variazioni di colore tra i pixel adiacenti quindi un algoritmo di tipo lossy è l’ideale, vengono eliminate informazioni “superflue” senza che la qualità venga troppo compromessa. Per le immagini con ampie aeree di colore con colori puri invece l’utilizzo di algoritmi di tipo lossless potrebbe essere addirittura conveniente (GIF, PNG, MNG, TIFF con compressione LZW, ZIP o RLE).

Pubblicato in Informatica, Internet Taggato con: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*