Lezione di Java 30 – Le classi Anonime

Indice Lezione PrecedenteLezione Successiva


Java fornisce la possibilità di sovrapporre qualche metodo di una superclasse, o di implementare qualche metodo di un’interfaccia, senza dover costruire una classe vera e propria che lo faccia. Questo possibilità avviene attraverso l’uso delle classi anonime, già nella loro definizione includono la costruzione e il primo uso della classe:

class A {
  public void f() {
    System.out.println("A");
  }
}

class B {
  A a = new A() {
    public void f() {
      System.out.println("B");
    }
  }; // notare il ’;’
}

Le classe anonime possono essere molto utili per effettuare l’override di alcuni metodi.

Ti piace l’articolo?
Diventa fan su Facebook
Indice Lezione PrecedenteLezione Successiva
Pubblicato in Guide, Guide, Java, Programmazione Taggato con: , , ,
One comment on “Lezione di Java 30 – Le classi Anonime
  1. Peppe scrive:

    Ciao, le classe aninime possono anche avere altri metodi, e non è detto che debbano per forza implementare metodi sovrapposti (override)… Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*