Lezione di Java 30 – Le classi Anonime

Indice Lezione PrecedenteLezione Successiva


Java fornisce la possibilità di sovrapporre qualche metodo di una superclasse, o di implementare qualche metodo di un’interfaccia, senza dover costruire una classe vera e propria che lo faccia. Questo possibilità avviene attraverso l’uso delle classi anonime, già nella loro definizione includono la costruzione e il primo uso della classe:

class A {
  public void f() {
    System.out.println("A");
  }
}

class B {
  A a = new A() {
    public void f() {
      System.out.println("B");
    }
  }; // notare il ’;’
}

Le classe anonime possono essere molto utili per effettuare l’override di alcuni metodi.

Ti piace l’articolo?
Diventa fan su Facebook
Indice Lezione PrecedenteLezione Successiva

1 commento su “Lezione di Java 30 – Le classi Anonime”

  1. Ciao, le classe aninime possono anche avere altri metodi, e non è detto che debbano per forza implementare metodi sovrapposti (override)… Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *