Lezione di Java 20 – Modificatori di accesso: public, private, protected

Indice Lezione PrecedenteLezione Successiva


Il modificatori di accesso permettono di definire la visibilità di una classe, di un metodo e di un attributo. I principali modificatori di accesso sono tre:

  • public
  • protected
  • private

Se non è presente nessun modificatore si intende che l’accesso è consentito solo agli elementi nello stesso pacchetto. In questo caso si dice “accesso di dafault“.

Per le classi top-level l’unico modificatore consentito è public, vedremo successivamente che esiste un particolare tipo di classe, le cosiddette classi interne, che sono le uniche classi che possono usare qualsiasi modificatore.


Andiamo ad esaminare nello specifico tutti i modificatori:

  • public, è il modificatore più generoso. L’accesso ad una caratteristica public è consentito a tutte le altre classi. Può essere utilizzato sia per classi, per attributi che per attributi.
  • private, è il modificatore di accesso meno generoso. L’accesso è consentito solo agli elementi della classe stessa. Può essere usato solo per metodi e attributi. Gli elementi private, tranne i costruttori, vengono sempre ereditati anche se la loro esistenza è sconosciuta all’oggetto che li eredita.
  • protected, l’accesso è consentito a tutte le classi nello stesso pacchetto e a tutte le sottoclassi. Può essere applicato solo a metodi e attributi.
  • default, si ha quando non si pone nessun modificatore di accesso (non è una parola riservata!). Con accesso di default si intende che l’accesso è consentito solo alle classi nello stesso pacchetto (quindi più restrittivo di protected, se le sottoclassi non sono presenti nel pacchetto non ereditano la caratteristica).

Ti piace l’articolo?
Diventa fan su Facebook
Indice Lezione PrecedenteLezione Successiva
Pubblicato in Guide, Guide, Java, Programmazione Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*