Lezione 3 di Java – Introduzione alla programmazione ad oggetti

Indice Lezione PrecedenteLezione Successiva


Questa lezione è volta a chi si avvicina per la prima volta alla programmazione ad oggetti. Le differenze rispetto alla programmazione procedurale sono molte, vediamo insieme qualche esempio.

Esempio: vogliamo raggruppare tutte le automobili del mondo in un nostro programma, come facciamo? La prima soluzione è quella di salvarle indipendentemente una per una, ovviamente questa soluzione è la peggiore che si possa fare; la seconda soluzione è quella di creare una procedura che gestisca tutte le automobili, soluzione accettabile; la terza prevede di raggruppare tutte le caratteristiche comuni a tutte le automobili, ad esempio tutte le “Auto” hanno un proprietario, un motore, un colore, un numero di serie, quindi tutte le automobili si potranno definire “Auto”. Specificando le caratteristiche di un auto, ad esempio se il proprietario si chiama Marco, il motore ha come potenza 70CV, il colore è blu ed ha un determinato numero di serie, avremo che l’auto definita può essere definita unica. Nella programmazione ad oggetti “Auto” è definita Classe, racchiude le caratteristiche comuni (detti attributi) di tutte le automobili, l’istanza (ovvero un elemento della classe) di un” Auto” viene chiamato oggetto.


Facciamo un altro esempio: vogliamo raggruppare tutti i tipi di tastiere per pc, cosa facciamo? Definiamo la classe Tastiere e come attributi avremo la casa produttrice, il numero di tasti e il tipo di tastiera (se per portatili o computer fissi). Un oggetto della classe Tastiera sarà una tastiera della Logitech con 96 tasti da pc portatile, un altro oggetto sarà una tastiera della HP con 86 tasti per pc fissi.
Ogni tastiera ha delle sue particolari funzioni, ad esempio premendo una combinazione di tasti come Shift+a avremo una A maiuscola. Queste particolari funzioni vengono dette Metodi della classe, servono a specificare tutto ciò che una classe può fare (ogni attributo viene inizializzato attraverso un metodo, ad esempio setCasaProduttrice, setNumeroTasti, ecc). Vedremo nelle prossime lezioni altri esempi.

Ti piace l’articolo?
Diventa fan su Facebook
Indice Lezione PrecedenteLezione Successiva
Pubblicato in Guide, Guide, Java, Programmazione Taggato con: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*