Le immagini Raster, cosa sono e come funzionano

Le immagini raster, conosciute anche come immagini bitmap, sono quel tipo particolare di immagini costituite da una griglia di pixel colorati. Il colore di ogni pixel può essere definito con due tecniche: se l’immagine contiene pochi colori (massimo 256) si crea un elenco dei colori presenti nell’immagine e viene inserito un indice che punta allo specifico colore del pixel; mentre se l’immagine contiene molti colori il singolo pixel non contiene più l’indice all’elenco di colori, ma direttamente al colore.

I colori presenti all’interno di un’immagine possono essere rappresentati con diverse tecniche, quella più conosciuta è sicuramente la tecnica RGB (Red, Green, Blu) che utilizza i tre colori primari per formare tutti gli altri. In base alle percentuali di rosso, verde e blu possiamo ottenere qualsiasi colore, ovviamente questa tecnica è artificiale, non esiste nessun essere vivente che percepisce i colori in base alla percentuale di altri colori.

Le immagini Raster, cosa sono e come funzionano

Un vantaggio di questo tipo di immagini è la facilità di utilizzo e la convezione base su cui si basa, chiunque può creare facilmente un’immagine raster senza troppe difficoltà. Questo tipo di grafica si adatta molto bene a rappresentare immagini della realtà, per modificare contrasti e luminosità di queste, per applicare filtri di colore.
Uno svantaggio di questo tipo di immagini è dato dalla scalabilità, un’immagine raster è fissa, un suo ingrandimento potrebbe generare un fastidio effetto pixellato, questo perché l’immagine non si “autogenera”, cosa che avviene per le immagini vettoriali, i pixel sono stati definiti in partenza e non può adattarsi a possibili variazioni.

Photo Credit EVS-Islands

Pubblicato in Immagini, Informatica, Sistemi Informativi Taggato con: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*