I video e la compressione Intraframe e Interframe

Un video digitale è costituito da una sequenza di fotogrammi o immagini a frequenza costante. La velocità di scorrimento di questi fotogrammi viene detta Frame rate, un elevato valore di frame rate produce filmati con una maggiore fluidità (ad esempio con 25 frames al secondo si ha un’ottima fluidità del video).

Un video richiede una grande quantità di dati per la sua rappresentazione, sono necessarie specifiche tecniche di compressione altrimenti risulterebbe davvero esoso, in termini di banda, la visualizzazione di un video online.

Comprimere i video con la codifica Intraframe e Interframe

La codifica Intraframe di un video avviene descrivendo ogni singolo fotogramma che compone la sequenza video, si ha quindi una sequenza di immagini statiche a cui è facile poter accedere.

La codifica Interframe descrive i cambiamenti che occorrono tra un fotogramma e il suo fotogramma successivo, partendo da un fotogramma iniziale descritto con la codifica intraframe. In questo tipo di compressione, l’accesso diretto ad una scena generica risulta molto più complesso poichè non si ha disposizione ogni singola scena, ma solo le differenze con il frame precedente.

I video e la compressione Intraframe e Interframe

Una delle tecniche più utilizzate per comprimere un video prevede la riduzione della ridondanza dei dati, ad esempio se in un video una persona saluta i vari fotogrammi che compongono il video sono molto simili, ad eccezione della mano della persona che si muove per salutare. La ridondanza (temporale) dei dati avviene tramite la similitudine dei fotogrammi adiacenti, ogni fotogramma viene suddiviso in blocchi e si cerca la migliore corrispondenza tra blocchi di fotogrammi adiacenti. Per ogni coppia di blocchi simili individuati si determina lo spostamento del blocco (motion vector) e si calcola la differenza tra i due blocchi. In questo modo non verrà inviato per intero il nuovo frame ma solo il motion vector e la relativa differenza.

Un formato molto utilizzato per la compressione dei video è MPEG, acronimo del progetto MPEG Motion Picture Expert Group del 1988. MPEG offre diversi livelli di compressione ed offre la codifica congiunta di audio e video.

Photo Credit: Wiki Commons

Pubblicato in Sistemi Informativi, Video Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*