Come migliorare i propri ricavi con Adsense?

Nell’articolo Come guadagnare con Google Adsense? abbiamo già ripetuto più volte che la posizione, la dimensione e il colore dei banner è di fondamentale importanza e che ogni tanto bisogna variare queste tre caratteristiche dato che i visitatori dopo un pò inizieranno ad abituarsi alla presenza dei banner e li ignoreranno automaticamente. Un altro consiglio è quello di trattare un solo argomento per pagina, ricordatevi di controllare che i menù, header, footer o altri elementi della pagina non contengano keywords che potrebbero farvi penalizzare sia con il posizionamento nei motori di ricerca che con la visualizzazione degli annunci attinenti.

Utilizzare i meta tag per un corretto posizionamento è fondamentale, vediamo insieme:

  • Description permette di inserire una breve descrizione della pagina web fornendo agli spider un riassunto dello stesso. Ecco come si usa:
    <meta name="description" content="Descrizione della pagina">

    Vale la pena soffermarsi un pò di più questo tag, ricordatevi che i metatag description devono essere differenti per ogni pagina e che bisogna ottimizzare la pagina per un’unica parola chiave (inserite la parola anche nel titolo e se possibile nella prima frase dell’articolo), infine ricordatevi che questa è la descrizione che appare sotto i link in un motore di ricerca, se le parole chiave cercate non sono presenti in questo tag Google visualizzerà in automatico le prime frasi del testo che le contengono, e anche se una vostra pagina compare nei primi posti di una ricerca e la descrizione non attira l’attenzione, difficilmente qualcuno cliccherà sulla pagina. La descrizione fa la differenza!

  • Keywords permette di inserire le parole chiavi da cercare per far apparire la nostra pagina tra i risultati di una ricerca. Ecco come si usa:
    <meta name="keywords" content="inserire,le,varie,keywords">

    Un tempo fa l’indicizzazione da parte dei motori di ricerca avveniva solo grazie questo meta tag, negli ultimi anni invece i spider di ricerca si sono evoluti e il posizionamento è sempre più basato sul contenuto della pagina. Non inserite keyword non inerenti, Google se ne accorge e vi penalizzerà.

  • Robots serve a stabilire le regole che i motori di ricerca devono rispettare quando leggono il documento.
    <meta name="robots content="all | none | index | noindex | follow | nofollow">

    di default abbiamo all, se vogliamo che una pagina non venga indicizzata basta inserire “noindex”, “nofollow”, indica che al motore di ricerca che la pagina non deve essere indicizzara e che non deve visitare i link presenti nella stessa. Index e follow rispettivamente indicano che una pagina si deve essere indicizzata e che si devono seguire i link presenti nella pagina.

Infine, ricordatevi sempre di inserire sempre nella vostre pagine il tag <title>, che sta assumento un valore sempre più grande, e di inserire le descrizioni con l’attributo title=”” ai vari link e alt=”” alle immagini.

Per leggere altri articoli su Google Adsense basta clicca sulla categoria apposita.

Ti piace l’articolo?
Diventa fan su Facebook

Pubblicato in Google, Google Adsense, Guadagnare online, Guide Taggato con: , , , ,
One comment on “Come migliorare i propri ricavi con Adsense?
  1. SEO Tips scrive:

    As a seasoned Google guru, I can easily accede on your words. However, one vital point for all webmasters to always commit to memory is that Google will rank your website at the top if you find high PR DoFollow backlinks to your site with quality anchored text. Remember this, and nothing else truly carries weight.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*