Alex

Come è fatto Android – Lezione 2 di Android

Storia e struttura del sistema operativo mobile di Google L’Android Inc. venne fondata nel 2003 da Andy Rubin e dai suoi colleghi Rich Miner e Nick Sears. L’azienda aveva come obiettivo quello di sviluppare un nuovo sistema operativo per dispositivi mobili. Ottenendo ottimi risultati, nel 2005 venne acquistata da Google che aveva intenzione di entrare …

Come è fatto Android – Lezione 2 di Android Leggi altro »

Introduzione – Lezione 1 di Android

Lo scopo di questa guida è quello di fornire le basi a chi si avvicina per la prima volta ad Android e alla programmazione per dispositivi mobili. Studieremo la struttura interna del sistema operativo, analizzeremo le sue componenti principali, impareremo ad utilizzare gli strumenti necessari per sviluppare delle applicazioni in grado di interagire con gli …

Introduzione – Lezione 1 di Android Leggi altro »

I Grid File, struttura a griglia per memorizzare i dati

I file griglia contengono gli indici ai vari bucket con i dati I Grid file rappresentano un metodo efficiente per la memorizzazione di indici su cui poter eseguire in maniera efficiente ricerche complesse. Per far ciò si suddivide lo spazio n-dimensionale in una griglia composta da tante celle (ipercubo). Ogni cella dei file Grid ha …

I Grid File, struttura a griglia per memorizzare i dati Leggi altro »

Gli alberi K, alberi di ricerca con un vettore di valori

Ogni albero K invece di una chiave ha un vettore di chiavi Gli alberi K, o K-dimensionali, sono una struttura dati per memorizzare i dati in uno spazio k-dimensionale. Gli alberi K sono considerati un’estensione degli alberi binari, la principale differenza con questi ultimi è che in un albero K-d ogni chiave è costituita da …

Gli alberi K, alberi di ricerca con un vettore di valori Leggi altro »

Albero MB+: variante MultiDimensionale degli alberi B+

L’albero B+ viene suddiviso in rettangoli bounding-box Gli alberi MB+ rappresentano l’estensione degli alberi B+ da Monodimensionale a Multidimensionale. Questo tipo particolare di albero supporta le cosiddette “Similarty Query”, in italiano query per intervalli e per prossimità. Ad esempio in uno spazio 2D avremo che: Ogni vettore caratteristico è rappresentato da un punto nella spazio …

Albero MB+: variante MultiDimensionale degli alberi B+ Leggi altro »